LA SECONDA VITA DEI 33 GIRI IN VINILE

LA SECONDA VITA DEI 33 GIRI IN VINILE

Da quando sono stati soppiantati da cd e poi iPod, i vecchi 33 giri vengono spesso dimenticati in vecchi mobili o al massimo esposti in una libreria. Comunque inutilizzati.
Ma i dischi in vinile possono “rinascere” sotto diverse forme, è sufficiente qualche attrezzo da bricolage e un po’ di creatività.
Ad esempio è possibile creare un porta cartoline: basta avvicinare due mezzi vinili, tagliarli a intervalli regolari e ricavare così lo spazio per inserire cartoncini, buste o anche cd. O anche un portafrutta, mettendo il vinile in un forno preriscaldato a 200° e lasciandolo dentro 2/3 minuti così da renderlo malleabile e facilmente modellabile secondo la forma desiderata. Con la stessa tecnica si possono ottenere anche portapenne, vassoi, porta patatine, ecc..

Con un vecchio disco è possibile realizzare anche originali orologi da parete. È sufficiente applicare al disco un meccanismo da orologio e poi personalizzare l’opera disegnando sopra il vinile, incollando elementi decorativi o ritagliando un altro disco e usarlo come bordo decorativo. Sempre per la casa è possibile creare portariviste, portagioielli, sottobicchieri, ecc..
I 33 giri possono diventare anche borsette alla moda. Basta usare due metà del disco come lati e poi creare il fondo e i manici con della stoffa.
Oltre al bricolage fai da te, esistono tantissimi siti web da cui trarre ispirazione e suggerimenti, molti designer e aziende di design oggi utilizzano il vinile come materiale per realizzare oggetti di arredamento o accessori: Artgallery 18, Alba and Suki, Enjoy media solo per citarne alcuni.

E anche l’arte non è da meno: l’artista coreana Jean Shin ha realizzato “Sound Wave”, un’onda realizzata compattando e assemblando dischi in vinile di varie dimensioni.

 

Fonte articolo: Donna D – estate 2014
Fonte foto “Sound Wave”: www.jeanshin.com

Postata dalla Redazione